Vi presentiamo Luisa Carrada e il suo intervento del 24 ottobre a RFL

Martedì 24 ottobre sarà con noi a Ravenna Future Lessons Luisa Carrada, autrice del sito e del blog Mestiere di scrivere, esperta di comunicazione, di scrittura e di parole.

Per noi è una grande emozione perché da sempre seguiamo il suo blog da cui non si finisce mai di imparare qualcosa di nuovo sull’affascinante ma difficile mondo della comunicazione scritta. 

La lezione di Luisa a Ravenna Future Lessons sarà sulle “nuove scritture professionali: cosa portare con se dall’era Gutenberg” e le abbiamo chiesto di anticiparci in poche righe quello di cui ci parlerà a Ravenna.

Ecco la nostra breve intervista a Luisa Carrada

In 140 caratteri, di cosa ti occupi e quali sono le tue passioni
Scrivo per mestiere, ma anche molto per piacere. Gli altri piaceri sono l’arte, la lettura, lo yoga. Ma nutrono assai anche il mestiere.

Tre motivi per restare in Italia oggi per chi ha 30 anni

1) perché agli stranieri brillano gli occhi al solo sentire o pronunciare “Italia”…
2) … non sarà perché loro vedono le potenzialità e la bellezza che noi non riusciamo (più) a vedere?
3) perché già siete pochi e sì, è difficile, ma per niente impossibile

Perchè ti piace Ravenna Future Lessons?
Mi piace l’idea di un evento dedicato solo ai giovani e anche la baldanza del titolo Future Lessons.

Di cosa parlerai a RFL?
Di come scrivere nell’era digitale facendo tesoro anche di alcune buone cose dell’era libresca.

Puoi riassumere in tre parole quello che ci racconterai il 24 ottobre?
Parole, Professione, Passione.
 

Un grande grazie a Luisa Carrada per aver risposto alle nostre domande. Vi aspettiamo il 24 ottobre per la sua lesson su “nuove scritture professionali: cosa portare con se dall’era Gutenberg”

 

One Comment

  1. Scrivere e pensare, sull’onda delle note « Il blog del mestiere di scrivere Says :

    Posted on 18 ottobre 2012 at 11:55

    […] le ultime limature alle slide per l’intervento che terrò mercoledì prossimo 24 ottobre alle Ravenna Future Lessons. Share this:TwitterFacebookLike this:Mi piaceBe the first to like […]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *