L’innovazione è questione di nicchie più o meno vaste, la conservazione aggrega forse di più. La riflessione di Luca De Biase sul “dibattito” tra web e tv.

Come si costruisce la struttura del consenso? Esistono tre categorie di soggetti capaci di influenzare, generare e dividere il consenso: gli innovatori, i conservatori e i dittatori.

Gli innovatori hanno tante idee, ciascuno di loro con una visione su come cambiare il mondo e svolge un’attività per realizzare la sua visione.

I conservatori spesso hanno poche idee e sperano che le cose non cambino troppo. Lavorano per custodire quello che già esiste.

I dittatori hanno una sola idea: quella di resistere al potere il più possibile.

Luca De Biase spiega, partendo dal dibattito generato dalla morte di Steve Jobs, come si influenza la struttura del consenso e come ancora il web debba fare i conti con la televisione.

L’innovazione tecnologica del web riuscirà a ricostruire le “macerie intellettuali” lasciate negli ultimi 30 anni “di dibattiti strutturalmente banali” dove si può scegliere solo tra “sì” e “no”?  

“Gli innovatori hanno tante idee, i dittatori una sola. I primi vanno meglio su Internet, i secondi fanno più audience in televisione. Forse”. Leggi l’articolo di Luca De Biase. 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *